Piattaforme di trading: sei sicuro di aver scelto la migliore?

Ho deciso di dedicare questo articolo alle migliori piattaforme di trading perché troppo spesso trader, anche esperti, non tengono in considerazione l’importanza cruciale delle piattaforme per operare sui mercati finanziari.

Guadagnare soldi con il trading on line non è difficile ma per raggiungere questo obiettivo è fondamentale utilizzare sempre e comunque gli strumenti migliori a disposizione sul mercato. Una vecchia volpe del trading, una persona che probabilmente ha guadagnato diversi milioni di euro grazie ai mercati finanziari, mi dice sempre: è più probabile che riesca a guadagnare un cretino che usa una piattaforma di trading di alta qualità piuttosto che un esperto che usi una cattiva piattaforma.

E ti assicuro che questa persona non ha affatto stima degli inesperti che arriva appunto a chiamare cretini. Ma il fatto è che nel trading on line è la piattaforma a fare davvero la differenza. Forse il mio amico milionario esagera un pochino (dopo tutto è abituato agli eccessi nella sua vita) ma scegliere la piattaforma sbagliata significa direttamente perdere soldi. Molti soldi.

piattaforma trading esempio

La domanda con cui voglio iniziare questo articolo è: sei sicuro di utilizzare la piattaforma giusta? E’ davvero la migliore quella che usi?

Piattaforme trading migliori

Potrei dirti semplicemente qual è la migliore piattaforma di trading, magari quella che usa il mio amico trader di successo (e anche io non scherzo come profitti ma non sono milionario). Ma non lo faccio per un semplice motivo. La piattaforma che è migliore per me non lo è anche per te. Contano tanti fattori: il livello di esperienza, lo stile di trading, le preferenze personali soggettive. Insomma, non possiamo semplificare il discorso. Ma dopo tutto i soldi facili, per ottenere profitti ci vuole intelligenza e capacità, persino nella scelta della piattaforma.

Ma allora è tutto soggettivo? Non ci sono criteri di base? Non è nemmeno vero. La scelta della piattaforma di trading è soggettiva, ma le piattaforme tra cui scegliere sono davvero poche. Per prima cosa non prendere mai nemmeno in considerazione una piattaforma di trading che non sia autorizzata e regolamentata. E’ una vera e propria pazzia che comporta una probabilità elevatissima di perdere tutto, fino all’ultimo centesimo.

seconda piattaforma

Le piattaforme di trading possono essere autorizzate da CONSOB in Italia o da qualunque altro ente di regolamentazione europea. Ai sensi della direttiva MIFID, che regolamenta il mercato finanziario europeo, una piattaforma autorizzata in un paese dell’Unione lo è contemporaneamente in tutti gli altri. Le migliori piattaforme sono in effetti autorizzati da FCA (Financial Conduct Authority) britannica o CySEC cipriota. La CONSOB si limita in questo caso a prendere atto dell’autorizzazione e naturalmente a vigilare attentamente sul comportamento di questi broker.

Il fatto che la piattaforma sia autorizzata non basta per dire che è da utilizzare. Il primo punto da tener conto è che non conviene mai utilizzare piattaforme di trading con commissioni: sono un costo inutile che può mangiare tutti i vostri profitti.

In secondo luogo, quando scegli una piattaforma devi considerare il tuo livello di esperienza. In base al tuo livello di esperienza dovrai scegliere, per prima cosa, la tipologia di trading. Un esperto, ad esempio, di solito sceglie di fare trading con i contratti per differenza (CFD). I principianti, invece, scelgono di operare con le opzioni binarie. Ci sono delle eccezioni, dovute a scelte particolari oppure alla possibilità di effettuare social trading. Le piattaforme per il social trading di solito sono basate sui CFD ma consentono di copiare, in modo completamente automatico, le operazioni di trader più esperti.

Una volta fatta la tua scelta dovrai mettere a confronto le piattaforme che soddisfano i tuoi requisiti. Potrai decidere qual è la migliore in base all’interfaccia grafica, al supporto clienti o all’ammontare del bonus. Sul fatto che la piattaforma di trading debba essere gratis (commissioni zero) e debba essere autorizzata e regolamentata non c’è da fare nessuna valutazione: sono condizioni che valgono, sempre e comunque e che non possono essere valutate o soppesate.

Piattaforme trading gratis

E’ ovvio che per non essere derubato devi usare piattaforme di trading autorizzate. Ma è altrettanto ovvio che non puoi farti derubare dalle commissioni sull’eseguito. Il mio amico trader milionario è solito ripetere che le commissioni applicate al trading online sono una sorta di truffa legalizzata. In effetti chi paga commissioni vede evaporare lentamente il proprio capitale: i profitti diminuiscono, le perdite si ingigantiscono. Questo effetto può essere limitato con piccoli capitali (se si gioca in fondo non è importante) ma quando i capitali sono più elevati si sente molto.

Le piattaforme di trading da utilizzare sono esclusivamente quelle gratuite, su questo non ci sono davvero dubbi. Gratuite significa che non c’è alcun costo fisso e che non ci sono commissioni sull’eseguito.

Come fa a guadagnare la piattaforma? Semplice, mediante un piccolissimo spread, cioè una differenza tra il prezzo a cui è possibile vendere e quello a cui è possibile comprare. E’ evidente che si tratta di una differenza davvero molto piccola (nel caso delle piattaforme che siano davvero convenienti) ma queste piattaforme guadagnano sui volumi più che sul singolo.

Inoltre alcune piattaforme gratuite potrebbero applicare piccole commissioni in casi molto speciali, ad esempio posizioni tenute aperte per periodi particolarmente lunghi a mercati chiusi. Ma in questo caso c’è un modo semplice per non pagare queste commissioni: chiudere l’operazione quando chiude il mercato e riaprirla al mattino seguente, quando il mercato riapre.

Piattaforme trading confronto

A questo punto ho messo in chiaro i principi fondamentali che ti devono guidare nella scelta dela piattaforma. Ma se dovessimo mettere a confronto due piattaforme quale è il processo operativo? Riepilogando, il primo passo dovrebbe essere verificare che le piattaforme che metti a confronto sono autorizzate e regolamentate. Poi verificare che offrano il tipo di trading che hai scelto di fare ,binario o CFD. Esistono altri tipi di trading on line? Sì ma sono decisamente meno convenienti. A questo punto, verifica che le piattaforme non abbiano commissioni di nessun tipo, sono accettabili al massimo quelle per tenere aperte le posizioni a mercati chiusi perché possono essere eluse con un semplice trucchetto.

A questo punto possiamo passare al confronto vero e proprio delle piattaforme di trading. Ti devi chiedere di cosa hai bisogno per guadagnare di più. Di semplicità o di supporto telefonico? Oppure di un bonus elevato? Oppure ancora abbiamo bisogno di fare social trading? Probabilmente hai bisogno di questi fattori tutti insieme ma li devi pesare secondo le tue necessità. Se ad esempio se inesperto, il bonus conta meno, paradossalmente: probabilmente depositerai molto poco e quindi riceverai comunque un bonus piccolo (il bonus gratis di solito è proporzionale al deposito). In cambio avrai bisogno di corsi gratuiti, di facilità di utilizzo, di supporto telefonico e magari anche del social trading perché potrai fare trading semplicemente copiando altri trader più bravi. Se sei esperto invece molte di queste cose non ti serviranno (ad esempio i corsi) ma il bonus sarà una benedizione perché quando depositi somme elevate riceverai bonus elevati.

Piattaforme trading professionali

Alcune piattaforme si fregiano del titolo di piattaforme di trading professionali. Che cosa significa? Significa semplicemente che offrono un servizio efficiente. O che almeno promettono di farlo. In effetti le migliori piattaforme di trading sono professionali e apprezzate dai professionisti, anche se magari non hanno bisogno di esporre questo blasone sulla pagina web.

piattaforme-di-trading-professionali

Pensa ad una signora: se ha bisogno di ripeterlo probabilmente non è una vera signora, magari fa anche il mestiere più antico del mondo. Lo stesso vale per le piattaforme di trading: se scrivono sul proprio sito web in modo ossessivo che sono una piattaforma professionale, ci sono elevate probabilità che non lo siano.

Piattaforme trading demo

Che cosa sono le piattaforme di trading demo? Sono delle sezioni speciali delle normali piattaforme di trading in cui è possibile operare senza rischiare i propri soldi perché il denaro è virtuale. Le piattaforme demo sono importanti per coloro che cominciano ad operare visto che rappresentano un’ottima simulazione del trading on line ma fai attenzione: perderci troppo tempo è inutile. Ho già detto che per guadagnare ci vuole una buona piattaforma (e abbiamo già capito come si fa a selezionarla). Poi ci devi mettere del tuo. Non è necessario essere molto esperto, quello che davvero fa la differenza è quello che hai dentro: il coraggio, la determinazione, la capacità di andare fino in fondo e di controllare i tuoi sentimenti.

Una demo è in grado di farti acquisire queste capacità? No. Una demo in fondo è un gioco. Ti può servire per capire qualche meccanismo di fondo se non sei esperto. Al massimo puoi prendere confidenza con la piattaforma. Ma sono cose che puoi fare in pochi minuti, ore al massimo. Poi devi iniziare a fare sul serio con i soldi veri, solo così riuscirai ad aumentare la tua esperienza nel trading online.